Apple VRVR General 

Realtà virtuale, Apple batte un colpo?

Che la realtà virtuale rappresenti una delle partite tecnologiche più importanti del momento è ormai appurato. In una competizione di questa portata nessun big player può esimersi dal cavalcare il trend attuale. Non solo Facebook, tramite Oculus, e Samsung, ma anche società che si occupano tendenzialmente di fornire un altro tipo di servizi, come Netflix, si sono buttate in questo campo.

In una contesto del genere, vien quasi spontaneo chiedersi: e Apple? Già, perchè se il fermento tecnologico appare sempre più in crescita, sembra strano che il colosso californiano possa anche solo pensare di restare fuori dal mondo della realtà virtuale. Soprattutto in virtù di un brand che, da solo, rappresenta una garanzia per i consumatori e che potrebbe orientare non poco le decisioni d’acquisto.

In realtà qualcosa si sta muovendo anche dalle parti di Cupertino. È di questi giorni, infatti, l’acquisizione da parte di Apple di Faceshift. Cos’è Faceshift? A molti questo nome non dirà nulla, ma l’azienda svizzera è molto attiva nel campo del motion capture, quella branca delle nuove tecnologie che si occupa di studiare e registrare i movimenti del corpo umano per poi replicarli nella realtà virtuale.

Faceshift Apple

Faceshift è salita alla ribalta di recente per aver realizzato tutte le sequenze di motion capture di Star Wars. Pare che questa azienda con sede a Zurigo abbia sviluppato un software in grado di trasformare un modello o un volto umano in un avatar animato, incredibilmente realistico, anche in tempo reale. Guadagnandosi, così, l”attenzione di un film ad altissimo budget (e dall’hype ancora più elevato) come Il Risveglio Della Forza.

Secondo alcuni, dietro le quinte di questa acquisizione si cela l’interesse di Apple verso i sistemi di riconoscimento facciale, a supporto dei futuri Iphone e Ipad. Tuttavia è difficile pensare che una simile mossa, condita peraltro da parecchi zeri, non implichi anche un’accelerazione decisa verso la realtà virtuale.

Anche gli analisti credono che la società della mela aggredirà in maniera imponente il settore della realtà virtuale e quello della realtà aumentata. Daniel Ives di FBR & Co., ha sottolineato come l’acquisizione di società del settore sia un modo per esplorare il mercato da parte di Apple. Ives, inoltre, si è detto entusiasta del grande potenziale delle tecnologie immersive, le quali rappresentano la prossima progressione naturale nell’ambito della tecnologia di consumo. 
Ma quali sono state le varie aziende del settore acquisite da Apple? Nel maggio di quest’anno è stata comprata Metaio, azienda leader nel campo della realtà aumentata, mentre nel 2013 è stata acquisita PrimeSense, team che ha collaborato con Microsoft per la creazione della prima generazione del Kinect per Xbox 360. Inoltre, Apple possiede tutta una serie di brevetti che coprono una vasta gamma di funzionalità. E come se non bastasse, nel marzo del 2015 è stato creato un piccolo gruppo di lavoro interno, con l’obiettivo di esplorare l’ambito della realtà aumentata, mentre qualche mese fa è stato assunto Thompson, ex dipendente Microsoft al lavoro sugli HoloLens. 

Vincenzo Di Somma
Seguimi

Vincenzo Di Somma

Social Media Manager e appassionato di tecnologia
Vincenzo Di Somma
Seguimi

Latest posts by Vincenzo Di Somma (see all)

Related posts

2 Thoughts to “Realtà virtuale, Apple batte un colpo?”

  1. Ed una volta che Apple farà il suo vistore tutti diranno: Apple ha inventato i visori per la realtà virtuale LOL

  2. Speriamo che questa volta la storia sia diversa 😀

Leave a Comment