Una donna che indossa un dispositivo per i video a 360° e la VR vista di profiloVR General 

Video a 360°: a malapena giriamo la testa…

Potremmo definirlo un paradosso dei video a 360°.

Google ha rilevato che la maggior parte delle persone che guardano video a 360° raramente gira la testa per sfruttare a pieno l’immersività.

Attraverso una heatmap, Google ha scoperto che nei video a 360° su YouTube le persone si concentrano quasi esclusivamente su ciò che è di fronte a loro.

In particolare:

  • le persone spendono il 75% del loro tempo guardando nei 90° frontali dei video a 360°;
  • solo circa il 20% delle visualizzazioni provengono da persone che guardano anche indietro nei video a 360°.

Google ha quindi fornito qualche consiglio per chi produce video di questo genere: “Più la scena è coinvolgente, più è probabile che gli spettatori vorranno esplorare la visione completa a 360°. Prova ad usare segnali e animazioni per attirare l’attenzione su diverse parti della scena.

Un altro consiglio è quello studiare la heatmap dei video a 360° che YouTube mette a disposizione negli strumenti per l’analisi. In questo modo è possibile conoscere i punti verso cui le persone volgono lo sguardo durante l’esperienza immersiva. Si tratta di un dato importante perché se non si conosce il proprio pubblico diventa complicato produrre contenuti davvero interessanti.

Strano che una tale tecnologia non venga sfruttata a pieno, vero? Forse ciò è dovuto non solo al tipo di contenuti, ma anche dalla comodità dei dispositivi. Se pesanti o ingombranti, difficilmente si prova a girare la testa.

Forse è anche una questione di abitudine. Siamo infatti abituati a osservare schermi posti di fronte a noi, in modo passivo. Le opportunità di esplorazione che offrono i video a 360° sono relativamente nuove. Come relativamente nuovi sono i visori e gli altri dispositivi, sebbene siano sul mercato da diversi anni. Sono tecnologie che necessitano ancora di miglioramenti a livello hardware e software.

Inoltre, non tutti possono permettersi questi strumenti, soprattutto quelli con prestazioni più elevate. Oggi è ancora facile incontrare persone che non hanno mai provato i video a 360° o la realtà virtuale in generale. È normale quindi che, anziché gironzolare o guardare in tutte le direzioni, le prime reazioni ai contenuti immersivi somiglino più o meno a questa:

Col tempo cambierà anche questo. Ma occorreranno 2 cose in particolare. Far conoscere le potenzialità di questi strumenti e consentire maggiore accesso alla tecnologia.

Se hai la possibilità di immergerti in queste esperienze, ti consiglio i 10 video a 360° più visti su Facebook.

Credit Photo: Flickr

Danilo Bologna
Seguimi

Danilo Bologna

Cultore della comunicazione digitale, co-founder di Immersive Tech e autore di Controcorrente.
Danilo Bologna
Seguimi

Related posts

Leave a Comment